argentina

Il Tango, il Ghiaccio, la Pampa !

cosa vedere in argentina


Per me l'Argentina è aria fresca, un paese che ha così tanto da offrire che un solo viaggio qui non basta. Tutti si ostinano a visitarla da ottobre a marzo (durante la primavera e l'estate australe) ma anche durante gli altri mesi è sensazionale!


Il NOA (=Nord Ovest Argentino) contende un territorio a Bolivia e Cile da accapponare la pelle. La Puna è ciò che fa rimanere un viaggiatore senza parole! Un deserto d'alta quota immenso, un silenzio fatto di montagne, lagune, vulcani e pianure di sale. Lo potrai capire solo quando ti troverai di fronte il Cono de Arita, un vulcano a forma di perfetta piramide che svetta per 400 metri da una pianura di sale!


Un po' più a Sud e ad Est si trovano le Cascate di Iguazu, forse le cascate più belle al mondo. Qui è divertente passare da un lato all'altro per godere al meglio questo spettacolo naturale! Puerto Iguazu si trova in Argentina, Foz de Iguacu in Brasile ;-)


Lungo il corso del fiume, più a Sud, troviamo un territorio che racchiude canali, lagune e paludi. La chiamano la Mesopotamia Argentina, in realtà è la grande zona umida degli Esteros del Iberá nella provincia di Corrientes, ideale per provare una vera esperienza di “wildlife” con una fauna selvatica ricca e variegata!


Seguendo sempre il corso del Paranà si arriva al Rio de la Plata: siamo a Buenos Aires, la Parigi del Sudamerica, dove buona cucina ed ottimi vini ti sorprenderanno. Anche la musica è protagonista tanto che il Tango Argentino è stato inserito fra i beni immateriali Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco. Il mio consiglio? Vai a spiare le persone che ballano a El Beso oppure partecipa ad una serata del Rojo Tango... la passione del Tango ti travolgerà!


Da Buenos Aires se vuoi immergerti nella Cultura Gaucha della Pampa in circa un'ora e mezza sei a San Antonio de Areco, dove tradizione e folklore si respirano ad ogni angolo. Se ci vai ad inizio Novembre non puoi non partecipare alla Fiesta Nacional de la Tradición.


Per gli amanti del vino la zona dei vigneti di Mendoza è un must, qui si può organizzare una vera esperienza gourmet.


San Carlos de Bariloche si affaccia sul Lago Nahuel Huapi ed offre una base per scoprire la Patagonia dei Laghi e da qui, se vuoi, puoi passare in Cile con un bellissimo circuito terra-laghi che da San Carlos de Bariloche ti porta a Puerto Varas in Cile.


Eccoci finalmente in Patagonia. Peninsula Valdes, Ruta 40, El Chalten, El Calafate, Perito Moreno e Ushuaia: un grande overland sarebbe il modo migliore per viversi questo viaggio, ma chi ha tutto questo tempo?


In Peninsula Valdes l'avvistamento delle balene da luglio a novembre è il motivo principale per una visita e se vuoi un'esperienza TOP ho un'estancia da proporti dalla quale farai fatica ad andartene!


Percorrere la Ruta 40 è “the real way” per scoprire la Patagonia. Solitamente si parte da Comodoro Rivadavia e si raggiunge Puerto Deseado sulla Ruta 3 Atlantica, da qui si taglia l'Argentina in orizzontale attraverso la Steppa Patagonica arrivando a Perito Moreno e poi giù verso El Chalten e El Calafate.


El Chalten è la capitale argentina degli alpinisti e degli scalatori; da qui con trekking di diversi livelli si ha la possibilità di vedere il Fitz Roy ed il Cerro Torre. Mentre El Calafate è la porta d'ingresso del Lago Argentino e del Perito Moreno.


Per chi vuole combinare la Patagonia argentina con quella cilena proseguendo sulla Ruta 40 verso Sud si arriva a Cancha Carrera dove passando la frontiera si trova Cerro Castillo: da qui il parco Torres del Paine è a un passo.


Da El Calafate con un volo di circa un'ora e mezza sei ad Ushuaia, nella Terra del Fuoco. A questo punto una visita al Parco (c'è anche il trenino della Fin del Mundo) ed una navigazione nel canale di Beagle è d'obbligo. Ma Ushuaia è anche il punto di partenza per raggiungere l'Antartide o per abbracciare insieme Argentina e Cile con una crociera Australis attraverso canali, ghiacciai e fiordi ed ovviamente un passaggio a Capo Horn, se il clima lo consente.


Da Ushuaia è anche possibile arrivare all'Isola Navarino e a Puerto Williams in Cile per raggiungere il luogo più lontano del Sudamerica! E se decidi di proseguire in Cile con un volo potrai raggiungere Punta Arenas.
 
L'Argentina è grande, anzi immensa, ed una sola organizzazione non può occuparsi e monitorare tutto. Così in ogni regione/località ho le mie persone di fiducia che renderanno il tuo viaggio un'esperienza da non dimenticare (e ti faranno venire voglia di tornarci.) Fabrizio, Veronica, Mariana sono solo alcune delle persone che rendono speciale ogni mio viaggio in questa nazione.

 

Destinazioni_Sud America_Argentina_Patagonia_El Chalten_Lago Viedma Trekking_davide guglielmi_contemporary art of travel Destinazioni_Sud America_Argentina_Ushuaia_Canale di Beagle_Navigazione_davide guglielmi_contemporary art of travel Destinazioni_Sud America_Argentina_Ushuaia_Canale di Beagle_Navigazione_Pinguini + Leoni Marini_davide guglielmi_contemporary art of travel

 

argentina: da sapere

 

  • L'Argentina è perfetta per chi ama la natura in tutte le sue forme e le bellezze estreme. E' una terra da vivere e scoprire, fatta di spazi immensi, vento e fantastiche architetture di roccia e ghiaccio. In Argentina un secondo viaggio è d'obbligo; un terzo, un quarto, un quinto arrivano da sé.
     
  • Dall'Italia è possibile raggiungere  Buenos Aires con volo diretto da Roma, operano sia Alitalia che Aerolineas Argentinas, la compagnia di bandiera argentina. Ci sono poi diverse compagnie aeree di linea che partono anche da altre città italiane e che raggiungono Buenos Aires con scali in città europee o sudamericane (Lufthansa, Air France, KLM, Latam, etc.).
     
  • Considerando il tempo per raggiungere la destinazione, consiglio viaggi di almeno 10/11 notti. 18/20 giorni sono abbastanza se si vuole esplorarla più a fondo ma mai sufficienti per vedere tutto quello che l'Argentina può offrire.
     
  • Il visto d’ingresso non è necessario, basta essere in possesso di passaporto in corso di validità per almeno 6 mesi dalla data di rientro.
     
  • Nessuna vaccinazione è obbligatoria dall'Italia; si consiglia la vaccinazione contro la febbre gialla a coloro che intendano visitare la zona delle cascate di “Iguazu” quando il soggiorno è più lungo di quindici giorni. Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla potrebbe inoltre essere richiesto per i viaggiatori provenienti dai Paesi a rischio di trasmissione della malattia.
     
  • Se si sceglie di viaggiare nel Nord Ovest dell'Argentina bisogna tenere presente che potrebbero insorgere problemi legati all'altitudine; niente di preoccupante, il nostro corpo non abituato ha bisogno di acclimatarsi. Basta seguire alcuni semplici consigli per attenuare i sintomi di quello che viene detto mal di montagna. Consiglio comunque sempre una visita preventiva dal proprio medico (soprattutto chi soffre di pressione alta e problemi cardiaci). Chi meglio di lui conosce la nostra storia clinica personale e può dirci se poter affrontare tale viaggio?
     
  • Si possono noleggiare veicoli per viaggiare in libertà attraverso itinerari personalizzati. L'Argentina si presta bene a questo tipo di viaggio self-drive; bisogna comunque tenere presente che i chilometri sono sempre tanti e quindi è meglio appoggiarsi ad un organizzatore che possa monitorare e dare consigli su percorsi/tappe/logistica/etc. Per esempio lo sai che in alcune aree trovare un benzinaio non è così facile? Se invece hai un percorso già definito e sistemazioni prenotate devi solo pensare a goderti il viaggio gestendoti i tempi in tutta autonomia. I miei viaggiatori si sono tutti trovati molto bene! Sconsiglio il noleggio del veicolo nel NOA per raggiungere la Puna (guidare in altitudine in piste desolate non va bene) e nella provincia di Corrientes (Esteros del Iberá) dove per muoversi bisogna avere mezzi adatti al tipo di terreno. Infine segnalo che il drop-off in altre città può incidere parecchio!
     
  • Data la grandezza del paese per raggiungere le diverse aree e sfruttare meglio i tempi consiglio l'utilizzo di voli aerei (Aerolineas Argentinas e Latam uniscono i principali aeroporti nazionali).
     
  • La lingua ufficiale dell'Argentina è lo spagnolo, chiamato solitamente "castellano" dagli argentini. Rispetto alla lingua parlata in Spagna, tuttavia, vi sono alcune differenze a livello fonetico e morfologico.
     
  • L'Argentina è a -3 ore rispetto all'ora solare italiana, -5 ore durante l’ora legale italiana. Anche l'Argentina adotta l'ora legale estiva ma non è omogenea in tutte le province.
     
  • La cucina argentina ha nella carne bovina (della Pampa e del Nord) e ovina (della Patagonia) i suoi piatti forti, con un'infinità di modi di cucinarla: “asado”, “parrilla”, “cuero”, “peceto”, “curanto”. Tra i dolci il “dulce de leche” è il dessert argentino per antonomasia ed è anche l'ingrediente principale del ripieno degli “alfajor”, biscotti di farina di mais. Ottimi i vini prodotti nelle province di Mendoza, San Juan e La Rioja. Mai sentito parlare del Malbec argentino? Infine il “mate” è una delle più radicate tradizioni argentine, un'infusione che viene condivisa dallo stesso recipiente in un “rito” intimo e familiare.


argentina: guida prezzi

 

  • a partire da 300-350 EUR a persona, al giorno. In genere questo include tutti gli hotel, i voli regionali, i trasferimenti via terra, le escursioni guidate e gli ingressi, alcuni pasti, i servizi di pianificazione del viaggio e il supporto. Non implica i voli da/per l'Italia, servizi/hotel di lusso, l'assicurazione, la gestione della pratica e tutti i supplementi opzionali (es. camera singola).

quando andare in argentina

 

  • In Argentina le stagioni sono invertite rispetto all'Italia. L'inverno va da giugno ad agosto e l'estate ha inizio a dicembre. A causa della sua estensione nel senso della latitudine (da 22 a 55 gradi sud) le condizioni climatiche variano sensibilmente da nord a sud, passando dal clima tropicale o subtropicale della Mesopotamia e del Chaco, al clima artico delle isole della Terra del Fuoco. Per la varietà dei climi a seconda delle diverse zone geografiche si può tranquillamente affermare che l'Argentina è un paese per tutte le stagioni.

    L'inverno, fra luglio e settembre, è il momento migliore per visitare le zone a clima subtropicale del Nord-Est (Misiones, Corrientes, Chaco, etc.) ed il desertico NOA (Jujuy, Salta, Catamarca, etc.). Chi invece è appassionato di sport invernali può visitare San Carlos de Bariloche con i vari impianti sciistici della zona oppure Ushuaia. In questo periodo la costa atlantica della Patagonia vicino alla Peninsula Valdes si popola di otarie ed elefanti marini ed è facile avvistare la balena franca. Solitamente un viaggio in Patagonia è sconsigliato in questi mesi ma vuoi mettere l'unicità di visitarla nella sua stagione clou? Io l'ho fatto e mi è piaciuto molto!

    La primavera, che va da ottobre a dicembre, è perfetta per scoprire la capitale Buenos Aires ed incominciare ad esplorare la Pampa e le valli preandine. El Chalten, El Calafate e Ushuaia ridiventano le mete più desiderate.

    In estate, soprattutto fra gennaio e febbraio, le temperature si fanno ancora più miti e le giornate diventano molto lunghe così da essere la stagione perfetta per la Patagonia e la Tierra del Fuego, anche se il vento è una costante da tenere sempre in considerazione.

    L'autunno poi ha come sempre il suo fascino e se si volesse visitare la Patagonia o la Terra del Fuoco con molti meno turisti, con prezzi decisamente più bassi ed un clima ancora buono si può approfittare di aprile e maggio.
     
  • Qualsiasi stagione tu scelga ricordati che in Patagonia il clima è sempre imprevedibile e spesso ventoso, non si scappa!

 

eventi in argentina

 

  • Se ami la natura uno degli appuntamenti più belli è quello con la balena franca: ogni anno da fine luglio ad ottobre/novembre questi magnifici animali animano le coste nei pressi della Peninsula Valdes.
     
  • Hai mai sentito parlare della rottura del ghiacciaio Perito Moreno? La particolarità del Perito Moreno è quella di essere un ghiacciaio in movimento, che avanza verso l’altra sponda del lago Argentino. Il ponte di ghiaccio tra il fronte del ghiacciaio e la Penisola de Magallanes crolla ogni 2/4 anni, a causa della pressione dei ghiacci in avanzamento. Il ciclo di rottura non è regolare, è un evento naturale, quindi non si può programmare ma se si è abbastanza fortunati da esserci è un'esperienza bellissima.
     
  • A inizio novembre la Fiesta de la Tradiciòn porta a San Antonio de Areco gauchos da tutta l'Argentina: sfilate, rodei e concerti, conditi dalla cucina tipica. Un tuffo nella tradizione!

 

hotel in argentina

 

  • Le sistemazioni alberghiere in Argentina sono di livello molto variabile (da ottimo a spartano) a seconda delle località; la classificazione locale non sempre corrisponde agli standard internazionali.
     
  • In Argentina si può decidere di affrontare il viaggio in maniera lussuosa, chic e confortevole così come in stile “backpackers”. Tutte le località più turistiche offrono al viaggiatore un'ampia gamma di scelta dal lodge eco-lux al rifugio di montagna, dal boutique hotel all'estancia, dal palazzo storico al lodge con servizio tailor-made.
     
  • Relais & Chateaux, The Leading Hotels of the World, Small Luxury Hotels of the World, Best of South América sono alcune delle più prestigiose firme di hotellerie presenti in Argentina. Accanto a questi si aggiungono diversi luoghi magici, spesso a conduzione famigliare, per offrirti un'esperienza di totale fusione e immersione nell'ospitalità argentina. 
     
  • In Argentina parlare di “hotels” ormai in alcuni casi è riduttivo; incarnare lo spirito e seguire la filosofia del luogo sono alcuni dei capisaldi alla base delle sistemazioni che mi piace selezionare per te.

 

Destinazioni_Sud America_Argentina_NOA_Purmamarca_davide guglielmi_contemporary art of travel Destinazioni_Sud America_Argentina_NOA_Cafayate_davide guglielmi_contemporary art of travel Destinazioni_Sud America_Argentina_NOA_Verso Cafayate_davide guglielmi_contemporary art of travel

itinerari in argentina: luoghi da visitare e tour consigliati


Una premessa è dovuta. Ogni itinerario in Argentina può essere modulato e personalizzato al 100%. L'Argentina è un paese che per la sua estensione e la sua ricchezza turistica può essere visitato a pezzi ed ogni combinazione si può incastrare perfettamente con la successiva. Davide Guglielmi - Contemporary Art of Travel ti indicherà le migliori soluzioni per perdere meno tempo possibile (le distanze sono lunghe ed i voli interni da prendere sempre parecchi) e sfruttare al meglio i giorni a tua disposizione.


• Argentina, el clasico!
Buenos Aires, Ushuaia, El Calafate più una puntata in Cile per visitare anche la Patagonia cilena: il gioco è fatto! Con 12/14 giorni vedrai i MUST dell'Argentina e ti troverai a vivere le emozioni del Parco Torres del Paine in Cile per un'esperienza più completa della Patagonia.

Se hai più tempo ti consiglio di aggiungere le cascate di Iguazu, sono un bel contrasto rispetto ai colori della Patagonia!

Oppure se sei appassionato di animali ed affronti il viaggio fra luglio e dicembre la Peninsula di Valdes è il posto giusto per avvistare la balena franca o per regalarti una vera esperienza in Estancia. María e Agustín saranno onorati e felicissimi di ospitarti nel loro “rincon chico” (=piccolo nascondiglio).


• Argentina e Cile, fra i fiordi australi
Ti piacerebbe unire i due paesi con una Crociera Australis da Ushuaia a Punta Arenas? Partire dalla “Fin del Mundo” e ritrovarsi, dopo aver navigato il Canale di Beagle, fatto tappa a Capo Horn (condizioni meteo permettendo) e risalito i fiordi cileni, al Parco Torres del Paine sarà un'esperienza memorabile. Se poi raggiungi El Calafate via terra attraverso la steppa ed una parte della Ruta 40 il viaggio sarà indelebile!
Buenos Aires e la Pampa di San Antonio de Areco per chiudere il viaggio e, se poi è inizio novembre, dovrai assolutamente assistere alla Fiesta Nacional de la Tradición. Per questo tour sono necessari circa 15 giorni Italia-Italia.


• Argentina e Cile, alla ricerca dei pinguini!
Lo sapevi che l'Argentina ospita ben 8 specie di pinguini su 17 presenti in tutto il mondo? In questo viaggio per buona parte "overland" avrai la possibilità di entrare in contatto con almeno 4 di queste specie: di Magellano, il saltarocce, il papua, il reale. Arrivo su Buenos Aires, volo per la Peninsula Valdes e poi giù fino a El Calafate via terra... vedrai perfino il cartello Km 0 della mitica Ruta 40! E poi Ushuaia e la Regione di Magellano in Cile ancora su strada. Un grande viaggio-scoperta!


• A spasso per la Patagonia
Sì esatto, ho scritto a spasso perché quello che ti propongo è un viaggio trekking per scoprire la migliore Patagonia argentina e cilena a piedi ed in gruppo. Tranquillo, i trasferimenti più lunghi sono tutti su ruote. Le partenze sono internazionali (=i partecipanti non sono solo italiani) e i gruppi sono guidati da un'organizzazione locale esperta e specializzata in questo tipo di viaggi su misura. Un po' di spirito di adattamento è richiesto; in alcuni casi si dorme in rifugio (o in campo tendato) condividendo la camerata ed i bagni ma il tutto verrà ripagato dalla bellezza dei panorami e dall'ambiente suggestivo e d'incontaminata purezza. E' il programma più completo per gli amanti del genere che parte da El Calafate e arriva ad Ushuaia in 14 giorni, con la possibilità di partecipare solo ad alcuni moduli (es. senza la Patagonia cilena o senza la Terra del Fuoco) e di aggiungere pre o post-tour.


• NOA & Puna Experience
Un overland che ti porterà in uno dei posti più suggestivi e inaccessibili della Terra. Chi viaggia qui, per tutti i giorni di permanenza, viene “bombardato” dalla bellezza di una natura cangiante che ti fa credere di essere finito su un altro pianeta! Una descrizione a parole è difficile, non renderà mai l'idea del passaggio in mezzo ai fenicotteri della Laguna Grande, della maestosità  delle Dune Bianche Giganti o della commozione provata sotto al cielo più puro del globo...Potrai, spesso in totale solitudine, zigzagare tra decine di vulcani, campi magmatici ed il Filo Rojo, una serie di montagne d’argilla; ammirerai il Cono Vulcanico Nero (Cono de Arita) che affiora all’interno di un mare bianco di sale e, attraversando il Salar di Arizaro, scoprirai Ojos del Mar (occhi di mare), pozzi profondi alcuni metri pieni di acqua estremamente limpida, sparsi su una distesa di sale. Oppure esplorerai il Deserto del Labirinto fatto di picchi d’argilla, cristalli di gesso e dune fossili per essere infine catturato dall'energia cosmica di Tolar Grande... E' un viaggio di 8 giorni Salta-Salta totalmente in 4x4 ed in altitudine (una visita dal proprio medico è consigliata). E' richiesto un ottimo spirito d'adattamento ed alcune sistemazioni sono spartane.

Si può pensare di dedicarsi solo alla Puna oppure unire la parte cilena e visitare anche il Deserto di Atacama; in questo caso l'itinerario di viaggio diventa di 10 giorni Salta-Salta.

Un'altra opzione è quella di unire anche la Bolivia in un viaggio sensazionale fatto di Puna-Argentina, Deserto d'Atacama-Cile e Salar de Uyuni-Bolivia fattibile in 11/12 giorni Salta-Salta.

tempistiche di prenotazione in argentina


Prenotare con largo anticipo è sempre molto importante. Lo sai che per esempio americani, inglesi, canadesi ed australiani prenotano le loro vacanze su misura almeno 12 mesi prima? Perché lo fanno? Intanto i voli si trovano decisamente a prezzi più bassi e quando le tratte sono lunghe e ti portano lontano ovviamente si risparmia parecchio; in secondo luogo si hanno molte più opzioni fra cui scegliere (vuoi la camera con vista? o quella meglio ubicata? sei interessato alla cabina con finestra piuttosto che a quella con oblò? vuoi la guida che parla italiano?) e non devi soltanto accontentarti di quello che è avanzato...Infine si possono strappare delle condizioni più vantaggiose (hai mai sentito parlare di early booking?). Non voglio metterti fretta, lo sai, ma il mio consiglio è di prenotare con anticipo, soprattutto se puoi muoverti soltanto in altissima stagione. Quindi pensa già al tuo viaggio in Argentina, le garanzie assicurative a copertura dell'annullamento viaggio sono fatte apposta! Se invece dovrai aspettare fino all'ultimo per la prenotazione del tuo viaggio personalizzato Davide Guglielmi - Contemporary Art of Travel cercherà di aiutarti e metterti a disposizione tutto il suo know-how.

ho ispirato la tua voglia di viaggiare in Argentina ?

Contattami subito
argentina nord ovest argentino cafayate
argentina ushuaia tren fin del mundo
argentina el chalten trekking laguna de los tres fitz roy