groenlandia

Dal sole di mezzanotte alle aurore boreali, passando fra icebergs e balene!

cosa vedere in groenlandia


Per me la Groenlandia è pura natura, terra di immensi panorami polari dove puoi respirare a pieni polmoni e sentirti davvero in simbiosi con l’ambiente! Sempre che il freddo ti piaccia ;-)


E' una grande isola non ancora del tutto scoperta, con alcune aree tuttora molto difficili da raggiungere (per esempio Ultima Thule) e un’organizzazione logistica agli antipodi. Qui, molto più che in altre destinazioni, è fondamentale avere dei partner fidati che siano in grado di supportarti nell'organizzazione del viaggio, anche solo per indicarti ciò che si può o non si può fare...


Di solito racconto le mie destinazioni “spostandomi” da Nord a Sud ma, data la particolarità e unicità di questa meta, mi limiterò a descrivere le località principali in base alla miglior sequenza di visita. Stiamo parlando di una terra più a nord del circolo polare artico!!!


Kangerlussuaq è la porta d'entrata. Un piccolissimo "settlement" ma con l'hub più grande della Groenlandia, ai bordi della calotta glaciale. Come mai? Perché gode per più di 300 giorni all'anno di condizioni favorevoli ai voli. Anche se si percepisce subito l'anima da vecchia base militare, uscire dal mini-aeroporto ha un fascino che non ha eguali. E poi quando puoi raggiungere il tuo Lodge polare a piedi perché dista solo una cinquantina di metri, sentirsi a casa è un attimo… Da qui potrai decidere di camminare sull'Ice Cap (la calotta glaciale) fino a Point 660, 500 metri di antico ghiaccio compattato sotto i tuoi piedi! Se questa ice experience non è abbastanza, puoi anche optare per un sorvolo in elicottero (c'è sempre da verificare l’operatività dei voli…) oppure dormirci sopra rannicchiato nel tuo sacco a pelo, nel completo silenzio del campo tendato allestito per l'occasione. Se il ghiaccio non ti ha ancora stufato c'è anche il ghiacciaio Russel, da scoprire insieme al Tundra Safari: un'occasione per "spiare" il bue muschiato e ammirare l'incredibile natura polare. E se ami il freddo a dismisura, aurore boreali, cani da slitta e pesca sul ghiaccio del fiordo sono le attività invernali che non puoi farti scappare! Ti piace camminare? Da Kangerlussuaq in giornata si può raggiungere Garnet Rock oppure puoi optare per l'Arctic Circle Trail, il più famoso trekking della Groenlandia: in 12/14 giorni raggiungerai Sisimiut attraverso un percorso che ricalca la migrazione stagionale delle antiche popolazioni locali.


Ilulissat sarebbe da tenere come "gran finale" ma se l'operatività degli aerei non cambia, meglio andarci subito dopo Kangerlussuaq per non rischiare di perdere o ridurre il tempo a disposizione per una tappa che è fondamentale! Arrivando in volo, man mano che ci si avvicina alla baia di Disko, ecco comparire immensi blocchi di ghiaccio che si staccano dal fronte del ghiacciaio Sermeq Kujalleq. Ilulissat d'altronde significa "gli iceberg", e in effetti non esiste altro posto al mondo più simile all'Antartide! Ogni volta che si esce in barca si rimane strabiliati dagli enormi blocchi, persino l'olfatto riesce a percepire l'odore del ghiaccio, e infatti ti sembrerà di aver messo il naso dentro al freezer. Le esperienze da vivere nella Disko Bay sono tantissime; per i più attivi ci sono diverse camminate (la più interessante è indubbiamente Nordre Huse) oppure la possibilità di pagaiare in kayak. Ma i must sono le uscite in barca fra gli icebergs: alla sera, per godersi lo spettacolo del lungo tramonto groenlandese in mezzo ai colossi di ghiaccio e, al mattino, per avvistare le numerose balene che soffiano e si muovono gentilmente fra le acque placide della baia. E poi navigare per 80 chilometri in un fiordo a nord di Ilulissat per raggiungere il ghiacciaio Eqi, dal quale si staccano molto spesso enormi pezzi di ghiaccio che precipitano in mare con boati simili a quelli di un tuono. Qui è possibile pernottare in un lodge con una fantastica vista sul ghiacciaio ed effettuare splendide camminate: il lusso nella natura selvaggia! La permanenza minima a Ilulissat? Per me sono almeno 4 notti! E non puoi non dormire in camera vista baia! Lo sapevi che Ilulissat Icefjord è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO? 


Sisimiut è molto accogliente, si trova 40 chilometri a nord del circolo polare e con circa 5600 abitanti è la seconda città della Groenlandia. Il suo nome significa "persone che vivono in un luogo dove ci sono tane di volpi". E' sicuramente un esempio di cittadina moderna groenlandese. Muoversi fra le sue casette colorate è molto piacevole, soprattutto quando si apprende che in passato ogni colore aveva una funzione ben specifica e le persone, riconoscendole, sapevano subito dove andare.
Uscendo in barca si può raggiungere Assaqutaq, piccoli insediamento che fu abbandonato per cittadine più grandi. Oggi è utilizzato come campo estivo per le scuole elementari locali e, in particolare da giugno, si anima di nuovo. Sul fiordo, con i suoi 784 metri, svetta il monte Nasaasaaq, meta di due trekking con percorsi differenti: sono entrambi di difficoltà medio-alta e molto impegnativi (su diversi tratti verticali ci sono corde fisse per aiutarsi) ma la vista è impareggiabile. L'isola di Sallinnguit, che in inglese si chiama "The Tele Island", è la sede di moderni impianti di telecomunicazione. Questa piccola isola è stata per migliaia di anni un luogo di richiamo per l'insediamento di diverse culture Inuit come quella Saqqaq, la Dorset e il popolo Thule.


Oltre a queste località, che per me sono la base per un primo tour della Groenlandia del Circolo Polare Artico (Kangerlussuaq e Sisimiut) e della Groenlandia del Nord (Ilulissat Icefjord e Disko Bay), di seguito ti offro una "overview" delle altre regioni.


Il "National Park", il più grande parco naturale del mondo, comprende l'intera parte nord-orientale della Groenlandia con un'area di 972.000 chilometri quadrati. In tutta l'area ci sono circa 40 abitanti e diverse specie animali dell'Alto Artico. Il Parco Nazionale, al momento, è meta di un numero crescente di spedizioni scientifiche. Solo con crociere che si avventurano sopra il circolo polare artico è possibile visitare parzialmente le coste e i fiordi di questa regione (per esempio combinando alla Groenlandia altre due destinazioni: le Isole Svalbard o Spitsbergen e l'Islanda).


La Groenlandia orientale dista solo un breve volo dall'Islanda, ma i suoi costumi e i suoi paesaggi appartengono a un mondo lontano. In una terra dominata dalla calotta glaciale e da catene montuose incredibilmente ripide, hanno deciso di stabilire la loro casa 3.500 persone. La loro cultura è profondamente radicata nei miti e nelle leggende. Fiordi di ghiaccio, escursioni, heliski, piccoli insediamenti, aurora boreale e gite in barca si combinano per rendere la Groenlandia orientale una destinazione per tutto l'anno. La città principale è Tasiilaq, mentre Kulusuk è l'aeroporto internazionale della Groenlandia orientale (voli da/per l'Islanda operano regolarmente tutto l'anno). In entrambe si possono praticare una miriade di avventure estive a piedi (come trekking e hiking), in kayak, in barca o in aria, e altre invernali come lo sleddog, lo sci, l'heliski e la motoslitta. Ittoqqortoormiit è invece la città più isolata della Groenlandia, dove slitte trainate da cani, crociere di spedizione e avvistamento della fauna selvatica permettono di vivere una vera avventura groenlandese. Anche se il ghiaccio marino blocca l'accesso delle navi alla città per circa nove mesi all'anno, Ittoqqortoormiit è comunque diventata un'importante destinazione di crociera per piccole navi di spedizione specializzate nell'esplorazione della natura, della fauna selvatica e della cultura della Groenlandia nord-orientale (Scoresby Sund).


La Groenlandia meridionale è invece una terra di montagne frastagliate e pascoli verdi dove gli allevamenti di pecore confinano direttamente con i fiordi di ghiaccio e la storia degli insediamenti norreni si interseca con le moderne comunità di pescatori e cacciatori. Il "giardino della Groenlandia" offre un clima contrastante e fertile, una storia unica, città con interessanti offerte culturali e insediamenti accoglienti.


La "Capital Region" combina le vibrazioni urbane con le esperienze sul grande fiordo. Mentre la capitale Nuuk, nota per la sua diversità culturale, è una metropoli artica con un'atmosfera da piccola città ma modellata dalla natura, le comunità più piccole di Paamiut a sud e Kapisillit nel fiordo, sono luoghi in cui rilassarsi e trascorrere del tempo all'aria aperta.


Nel "Grande Nord", non dimenticarlo, la tipologia di escursioni che si possono fare dipende dalla stagione in cui ci si trova... Quindi in base a quando deciderai di partire per un viaggio organizzato in Groenlandia, le soluzioni potranno essere differenti. Per esempio l'aurora boreale in Groenlandia si può ammirare tra settembre e aprile, mentre il sole di mezzanotte soltanto nei mesi estivi. Dimmi quali esperienze vuoi vivere, ti dirò il periodo migliore per farle!


La Groenlandia, dal punto di vista organizzativo, è molto complessa e gli operatori locali (tour operator, guide, autisti, etc.) non sono mai molto flessibili. Spesso, per semplicità, ti propongono solo le attività e le esperienze più standardizzate senza cercare di capire realmente le esigenze di ogni singolo viaggiatore. Per questo ogni volta, con le mie persone di fiducia, cerco di “customizzare” al massimo la tua esperienza di viaggio. Karin, Aviaq e Lisbeth sono solo alcune delle persone che mi aiutano a rendere speciale la tua vacanza in questa terra del nord.

 

coda di megattera che sbuca dal mare davanti a un iceberg a Ilulissat foto di Julie Skotte su Visit Greenland crociera di spedizione in Groenlandia con escursione nella baia di disko presso ilulissat fra gli iceberg uscita in barca fra i ghiacci di ilulissat per avvistare le balene e fare birdwatching

groenlandia: da sapere

 

  • La Groenlandia è la meta di viaggio per chi vuole immergersi nelle atmosfere del Grande Nord, per gli amanti dei paesaggi sconfinati e per chi vuole sentirsi lontano da tutto e tutti…! I motivi per visitarla sono tanti.
     
  • Dall'Italia è possibile raggiungere la grande isola dalla Danimarca (Copenaghen) con Air Greenland, dall'Islanda (Reykjavik) con Air Iceland Connect oppure con Nordlandair (da Akureyri). Il consiglio è quello di prevedere sempre, sia in andata che in ritorno, dei giorni cuscinetto. I voli per la Groenlandia non sono mai in connessione da/per l'Italia e in caso di imprevisti/ritardi non vengono rimborsati. Con alcune compagnie è però possibile spedire il bagaglio direttamente a destinazione.
     
  • Considerando i tempi tecnici per raggiungere la destinazione, per visitare i "must" del paese consiglio viaggi di almeno 8/10 notti con spostamenti aerei da una località all’altra; i viaggi più lunghi sono riservati ai trekking o alle navigazioni/crociere di spedizione.
     
  • Il visto d'ingresso non è necessario per soggiorni inferiori ai tre mesi. La Groenlandia e le Isole Faroer fanno parte del Regno di Danimarca ma, avendo uno statuto autonomo, non fanno parte dell’Unione Europea e nemmeno dell’Accordo di Schengen. Ai cittadini italiani è quindi richiesto di munirsi di un passaporto valido per l'ingresso.
     
  • Nessuna vaccinazione è obbligatoria dall'Italia.
     
  • In Groenlandia non ci si muove in auto. Considerando la rete stradale presente, viaggiare "on-the-road" è un utopia (tranne d'inverno quando si può attraversare il ghiaccio in motoslitta o con slitte trainate dai cani). La Groenlandia è una terra aspra e, con l’eccezione di pochi insediamenti, non ci sono strade tra città o comunità. Ciò significa che sono le barche, i traghetti, gli elicotteri, gli aerei, le motoslitte e le slitte trainate dai cani a legare insieme il paese in una rete di collegamenti marittimi, aerei e terrestri.
     
  • La lingua ufficiale della Groenlandia è il groenlandese e la maggioranza della popolazione parla anche il danese. L'inglese è abbastanza diffuso.
     
  • La Groenlandia è a - 3 ore rispetto all'Italia (5 ore indietro con l'ora legale).
     
  • La cucina groenlandese spazia dai tradizionali cibi di caccia ai nuovi piatti che incorporano ingredienti internazionali e groenlandesi. La carne di mammiferi marini, selvaggina, uccelli e pesci è da generazioni l'ingrediente principale del pasto groenlandese. L'alto contenuto di carne nella dieta fornisce energia e nutrimento per un'esistenza fisicamente impegnativa, dove il rigido inverno artico potrebbe mettere a dura prova le proprie riserve di energia. La cultura culinaria groenlandese è anche strettamente legata alla forte solidarietà sociale dell’antica comunità di cacciatori, dove le necessità vitali dipendevano dalla condivisione dei frutti della caccia e della pesca.

 

hotel in groenlandia

 

  • Essendosi aperta da poco al turismo, la Groenlandia dispone di sistemazioni alberghiere di livello molto variabile (da buono/ottimo a spartano) in base alle località; la classificazione locale non sempre può corrispondere agli standard internazionali. Si può decidere di affrontare il viaggio in maniera eco, eco-luxury e confortevole così come in stile "backpackers". Tutte le località più turistiche propongono al viaggiatore svariate possibilità: dai lodge immersi nella natura agli hotel con vista sensazionale, dai camping spartani ai glamping appartati con sauna e chef gourmet, fino a sistemazioni più semplici ma sempre accoglienti come bed & breakfast, ostelli ed appartamenti..

 

groenlandia: guida prezzi

 

  • A partire da 350-500 EUR a persona, al giorno. In genere questo include tutti gli hotel, i voli regionali, i trasferimenti via terra, le escursioni guidate e gli ingressi, alcuni pasti, i servizi di pianificazione del viaggio e il supporto. Non implica i voli da/per l'Italia, servizi/hotel di lusso, l'assicurazione, la gestione della pratica e tutti i supplementi opzionali (es. camera singola). 

quando andare in groenlandia

 

  • Il clima della Groenlandia è di tipo polare, soprattutto nei territori a nord e nelle zone interne ricoperte dalla calotta polare artica. Scendendo verso sud e sulle coste occidentali il clima diventa sub artico, con temperature più accettabili.

    L'estate, da giugno a settembre, è la stagione del sole di mezzanotte ed è un ottimo periodo per un viaggio in Groenlandia sia sulla terra che sull'acqua. Le balene nuotano lungo le rive, gli iceberg scorrono dai ghiacciai in fase di distacco, fiori e piante crescono a velocità incredibili, i sentieri escursionistici si aprono verso l'entroterra e le barche collegano le numerose comunità lungo la costa. Il clima è generalmente mite e il tempo in Groenlandia è spesso bello per lunghi periodi durante questa breve stagione calda.

    Quando arrivano le prime gelate e inizia a nevicare, il colore della Groenlandia cambia e il paese si copre di una coltre bianca che dura la maggior parte dei sei mesi freddi. L'inverno (da ottobre ad aprile) è la stagione per lo sleddog, l'aurora boreale, le gite sugli sci e l'osservazione delle stelle. Fiordi e baie gelano, dando luogo ad "autostrade" invernali man mano che ci si sposta verso nord, e il ritmo della vita quotidiana si adatta alla notte polare, che culmina nel periodo natalizio.

    L'aria è generalmente molto secca, le basse temperature quindi non sono così fredde come ci si potrebbe aspettare. Durante l'inverno, le temperature variano mediamente da - 5° C a - 30° C e in estate da + 5 ° C a + 15 ° C. D'altra parte però l'aria secca significa che devi bere più acqua del normale. La qualità dell'aria in Groenlandia è tra le migliori al mondo a causa della posizione geografica del paese nell'estremo nord; per questo e per il bassissimo livello di umidità nell'aria puoi vedere più lontano di quanto probabilmente sei abituato. Così le creste montuose che sembrano essere vicine sono in realtà molto più distanti di quanto pensi.

    In Groenlandia i cambiamenti climatici improvvisi sono comuni, il tempo può cambiare improvvisamente e variare notevolmente anche su brevi distanze. Durante un'escursione devi quindi essere preparato a tutto.

 

eventi in groenlandia

 

  • Le aurore boreali"Northern Lights", sono un evento naturale che in Groenlandia si può osservare generalmente tra settembre e aprile. L’aurora si forma grazie all’interazione tra alcune particelle provenienti dal Sole e le molecole di gas dell'atmosfera terrestre, producendo energia sotto forma di variopinti fasci di luce.
     
  • Il sole di mezzanotte è un altro particolarissimo fenomeno naturale: il sole non tramonta mai per giorni/settimane/mesi in dipendenza da quanto si è vicini ai Poli. E' visibile tra la fine di aprile e la fine di agosto nelle regioni più settentrionali della Groenlandia. Nei pressi del Circolo Polare Artico, è visibile tra l'inizio di giugno e la metà di luglio.
     
  • Nel mare intorno alla Groenlandia, si possono avvistare fino a 16 specie di balene: dalle più piccole narvalo, beluga e focena alle gigantesche balenottere azzurre, balenottere comuni e megattere. La maggior parte delle balene arriva nelle acque della Groenlandia in estate, quando i ghiacci sono sciolti e c'è cibo in abbondanza. Solo la balena franca, il narvalo e il beluga rimangono anche d'inverno.
     
  • Fenomeno opposto al sole di mezzanotte è la notte polare, anche detta "buio di mezzogiorno": durante l'inverno, il sole non sale mai sopra l'orizzonte e quindi è sempre notte. Il numero di giorni di sole estivo continuo o buio invernale dipende dalla latitudine. Durante la notte polare, i riflessi della luce della luna sulla neve e il bagliore dell'aurora boreale (quando si può vedere) aiutano ad illuminare il paesaggio.

 

trekking camminata a nordre huse vicino alla baia di disko con guida locale naturalista e accompagnatore tour leader dall'italia casette tipiche della groenlandia sud-occidentale osservate durante escursione in barca a assaqutaq con vista monte Nasaasaaq tour in barca serale con sole di mezzanotte groenlandia sud-occidentale sisimiut

itinerari in groenlandia: luoghi da visitare e tour consigliati


Come per altre destinazioni anche in Groenlandia qualsiasi tour può essere personalizzato al 100%. Ci vuole molta pazienza perché gli operatori locali non sono abituati a seguire le esigenze dei singoli viaggiatori. Per questo ho selezionato i miei partner in loco: per andare incontro il più possibile ai tuoi gusti personali e alle tue esigenze di viaggio. Molti tour operator vendono la Groenlandia lasciando la maggior parte delle attività come opzionali. Io invece cerco sempre di includerle per non farti pensare a nulla che riguardi l'organizzazione...


• Groenlandia: circolo polare artico e la Disko Bay
E' la tua prima volta in Groenlandia? Vuoi un viaggio organizzato per scoprire in tre tappe gli “imperdibili” della destinazione? In 9/10 giorni puoi camminare sulla calotta glaciale a Kangerlussuaq, salire le pendici del monte Nasaasaaq a Sisimiut e perderti fra gli icebergs di Ilulissat. Sarà di certo il tuo primo grande incontro con l'Isola Bianca!


• Groenlandia magie d'inverno
Perché non scoprire il Nord nella sua stagione clou? Ti troverai in un mondo ovattato di bianco con magiche atmosfere di luce... E' il momento migliore per farti trainare dai cani da slitta, usare una motoslitta e andare a caccia di aurore boreali! I mesi migliori sono da fine gennaio a inizio maggio.


• I segreti della Groenlandia
Sei uno di quei viaggiatori che ama andare oltre? Allora devi spingerti ancora più a nord! L'arcipelago di Uummannaq e le avventure in kayak a Upernavik aprono un mondo remoto di esperienze che culminano in cima alla Groenlandia nella piccola città di Qaanaaq, dove la caccia di sussistenza è uno stile di vita. Esploratori e poeti hanno a lungo descritto Qaanaaq come il vertice del mondo. Gli antichi filosofi la chiamavano Ultima Thule, per indicare tutte le terre "al di là del mondo conosciuto".


• Islanda e Groenlandia: ghiaccio su ghiaccio!
Data la facilità dei collegamenti combinare le due destinazioni è un gioco da ragazzi! In 7/8 giorni si possono mixare i geyser, i vulcani e le cascate islandesi con i fiordi, i ghiacci e la fauna groenlandese.


• Crociere di spedizione in Groenlandia
Come per l'Antartide diversi armatori specializzati in viaggi polari navigano le acque della Groenlandia, offrendo tantissimi itinerari tra cui scegliere (anche in combinazione ad altre destinazioni):
- Dalle Isole Svalbard (Spitsbergen) alla Groenlandia dell'Est
- Dalle Isole Svalbard (Spitsbergen) alla Groenlandia dell'Est fino all'Islanda
- La Scoresby Sund, il più grande sistema di fiordi del mondo
- Dalla Scoresby Sund attraverso il circolo polare artico per arrivare in Islanda
- Dall'Islanda al Sud della Groenlandia fino alla Baia di Disko
- Focus della Groenlandia meridionale (con utilizzo anche di elicottero)
- Dalla Groenlandia al Canada attraverso la Baia di Baffin e lo Stretto di Davis
- La Disko Bay e l'isola Uummannaq
- Focus della Disko Bay

tempistiche di prenotazione in groenlandia


Prenotare con largo anticipo è sempre molto importante. Lo sai che per esempio americani, inglesi, canadesi e australiani prenotano i loro tour su misura almeno 12 mesi prima? Perché lo fanno? Intanto i voli si trovano decisamente a prezzi più bassi e quando le tratte sono lunghe e ti portano lontano ovviamente si risparmia parecchio; in secondo luogo si hanno molte più opzioni fra cui scegliere (vuoi la camera con vista? o quella meglio ubicata? sei interessato alla cabina con finestra piuttosto che a quella con oblò? vuoi la guida che parla italiano?) e non devi soltanto accontentarti di quello che è avanzato...Infine si possono strappare delle condizioni più vantaggiose (hai mai sentito parlare di early booking?). Non voglio metterti fretta, lo sai, ma il mio consiglio è di prenotare con anticipo la tua vacanza, soprattutto se puoi muoverti soltanto in altissima stagione. Quindi pensa già al tuo viaggio in Groenlandia, le garanzie assicurative a copertura dell'annullamento viaggio sono fatte apposta! Se invece dovrai aspettare fino all'ultimo per la prenotazione del tuo viaggio personalizzato Davide Guglielmi - Contemporary Art of Travel cercherà di aiutarti e metterti a disposizione tutto il suo know-how.

ho ispirato la tua voglia di viaggiare in Groenlandia ?

Contattami subito
aurore boreali - ilulissat baia disko foto di paul zizka visit greenland
uscita in barca avvistando balene a sisimiut in groenlandia sud-occidentale foto del sole di mezzanotte
avvistamento balena megattera nella baia di disko in groenlandia sud-occidentale a ilulissat foto di anne mette christiansen visit greenland