L'Oman è più “lussuoso” di Dubai ?

Non si parla di lusso in senso stretto ma di quello che l'Oman ha da offrire in più di Dubai... Io lo chiamo il lusso dell'esperienza!
 
Le persone
A Dubai, una Torre di Babele contemporanea, quasi tutte gli abitanti (circa il 93%) provengono da qualche altra parte del mondo. In netto contrasto, l'Oman è popolato da omaniti doc, orgogliosi e patriottici. Partecipando ad un tour privato dell'Oman, può capitare che la tua guida Ali si fermi da suo cugino mentre cura le palme oppure da un vecchio compagno di scuola che nella sua bottega sta tagliando il tonno. Spesso quando entri in un negozio, ti offrono un caffè o del tè alla menta. Gli omaniti possiedono il più grande lusso di tutti: tempo per se stessi e per i loro ospiti.

La costa
Con oltre 1600 chilometri di coste che corrono dallo stretto di Hormuz nel nord, attraverso il mare di Oman e il mare Arabico, l'Oman non ha bisogno di creare isole artificiali. È benedetto da mari blu cobalto che lambiscono una costa molto variegata: a volte rocce scoscese, a volte lunghe spiagge di sabbia dorata e talvolta fiordi. E' la casa di tartarughe marine e di delfini, e i subacquei possono godersi barriere coralline incontaminate.

Le spiagge
Dimentica gli stabilimenti balneari di Dubai... Le spiagge dell'Oman sono spesso remote e deserte: magiche per una serata romantica o un barbecue improvvisato. Ma se ti piacciono lettini imbottiti e servizio top, allora la spiaggia dell'hotel Al Bustan Palace potrebbe essere la scelta giusta per te.

Le montagne
Guardando verso l'entroterra di Muscat dai tradizionali dhow che veleggiano sul Mare d'Oman, oltre i bassi edifici bianchi punteggiati di minareti dorati delle moschee, lo sfondo che si intravede è la mezzaluna rossastra formata dalle montagne dell'Hajar, spina dorsale del paese che si estende dalla penisola del Musandam a Ras Al Hadd. La montagna più alta, il Jabal Shams, arriva a 3000 metri e diversi sono i wadi (fiumi secchi) che si possono attraversare per escursioni a piedi, in mountain bike, in moto o in 4x4. Sui terrazzamenti del Jabal Akhdar vengono coltivate rose profumatissime per produrre la mitica acqua di rose che in Oman si utilizza quasi per tutto.

La cultura
Il Sultano Qaboos ama l'Opera e la sontuosa Royal Opera House di Muscat fa sembrare quella di Covent Garden un fabbricato economico. L'Opera House attira alcune delle migliori compagnie di balletto e opera del mondo (i biglietti sono fortemente sovvenzionati dal governo). Se vuoi un'esperienza top, informati sui programmi prima di viaggiare e ricordati di mettere in valigia abiti adeguatamente formali.

Storie_Paesi Arabi_Oman_Muscat_Royal Opera House_davide guglielmi_contemporary art of travel
Royal Opera House - Specchiarsi a terra è facile


Il turismo
L'Oman non è mai stato una destinazione per il turismo di massa, è rimasto praticamente chiuso al mondo fino agli anni '70 ed oggi si rivolge deliberatamente ad un segmento alto. A quei visitatori che amano l'esperienza piuttosto che il lusso dei grandi alberghi. L'Oman è lusso dell'esperienza e stai tranquillo, appena usciti da Muscat gli ingorghi del traffico diventano solo un concetto teorico.

La vita è bella
"Chi vive lì?" chiedo al nostro autista. Mentre ci dirigiamo verso le montagne, i miei occhi sono stati attirati da una magnifica e spaziosa villa dalle pareti rosa con una vista sbalorditiva sulle valli. Mi aspettavo che fosse il rifugio per il fine settimana di un Ministro del Governo. "Un allevatore di capre” mi risponde. Attualmente l'Oman, ricco di petrolio e minerali, non ha tasse sul reddito... Non c'è da stupirsi che la gente sorrida e che sia così gentile: qui la vita è più facile.

Nizwa
Nizwa è l'ex capitale, città fortificata costruita con l'architettura di guerra: mura spesse, porte massicce e torrette di guardia. La più imponente ha quasi 36 metri di diametro! E' la testimonianza del passato turbolento dell'Oman, quando l'assedio era intenso e i difensori versavano lo sciroppo di dattero bollente sugli aggressori. Circondata da 44 diverse varietà di palme, c'è qualcosa di biblico nel paesaggio di Nizwa...

I mercati
Dimentica le tattiche dei venditori ambulanti tunisini e l'incessante contrattazione dei marocchini. I souk dell'Oman sono un'esperienza più rilassata. Le bancarelle sono piene di pashmine, spezie, ornamenti in bronzo e oggetti casalinghi. Il labirintico souk di Muttrah a Muscat è probabilmente uno dei pochi luoghi rimasti in cui è possibile trovare oro, incenso e mirra.

Muscat
Certo, all'arrivo in aeroporto capita spesso di fare la fila per il visto, ma Muscat è una delle capitali più tranquille al mondo. È una città che si estende per 45 chilometri, felicemente intrappolata tra mare, deserto e montagna. Perfetto connubio tra oriente e occidente, tra architetture modernissime e dimore tradizionali, è molto orgogliosa del proprio passato. Gli automobilisti possono essere multati per non aver lavato la propria auto e nel porto ci sono ancora i dhow, imbarcazioni a vela tradizionali. La corniche è invece il luogo migliore per una lunga passeggiata.

02.10.2018

Scopri la prossima partenza del viaggio in Oman.