Trekking nella Patagonia argentina tra Dicembre e Febbraio

 

La Patagonia è l’area geografica che occupa la parte meridionale del Sudamerica, una regione divisa fra Argentina e Cile. Circa 900.000 km2 (3 volte l’Italia) di pianure, altopiani, laghi, montagne, vulcani e ghiacciai; questi ultimi acquistano protagonismo man mano che, scendendo verso sud, raggiungiamo l’arcipelago di isole che compone la Terra del Fuoco e, ancora oltre, l’Antartide.

 

In un territorio così esteso vivono meno di 3 milioni di persone, questo vuol dire che viaggiando per la Patagonia a farci compagnia sono soprattutto le bellezze naturalistiche e scenografiche, insieme a un’abbondante fauna selvatica, che fra le innumerevoli specie propone: volpi, puma, guanachi, colibrì, albatross, fenicotteri, elefanti marini, pinguini, foche, orche e balene.

 

Come spesso accade, le terre più estreme del pianeta custodiscono una straordinaria ricchezza di vita e meraviglie paesaggistiche uniche. Tanta vivacità naturale merita di essere preservata e protetta, non a caso in Patagonia sono stati istituiti un numero eccezionale di parchi nazionali, solo nella parte argentina (sul lato cileno ve ne sono altrettanti) troviamo:

  • Parco nazionale Nahuel Huapi, istituito nel 1934 (il più antico d'Argentina);
  • Parco nazionale Los Alerces, 1937;
  • Parco nazionale Perito Moreno, 1937;
  • Parco nazionale Lanín, 1937;
  • Parco nazionale Los Glaciares, 1937 (dichiarato Riserva della Biosfera dall'UNESCO nel 1981);
  • Parco nazionale Laguna Blanca, 1940;
  • Parco nazionale Terra del Fuoco, 1960;
  • Parco nazionale Lago Puelo, 1971;
  • Parco nazionale Los Arrayanes, 1971;
  • Parco nazionale Monte León, 2004.

 

Panorama spettacolare Lagunas de los Tres nel Parco Nazionale Los Glaciares a El Chalten meta turistica per gli amanti del trekking
Foto di Eurotur (Visit Argentina)

 

Non sorprende che un luogo così speciale sia diventato una destinazione turistica molto ambita, soprattutto dagli amanti del trekking. Percorrere a piedi luoghi di tale indicibile bellezza, al ritmo dei propri passi, nel rispetto totale, quasi sacro, di tutte le forme di vita, restituisce emozioni antiche, non contaminate da millenni di civilizzazione poco incline al rispetto della natura.

 

I MIGLIORI TREKKING DELLA PATAGONIA ARGENTINA

 

Sono innumerevoli i percorsi di trekking della Patagonia argentina, le loro diramazioni, i sentieri da intraprendere; i più belli si dipanano attraverso macro-itinerari che bisogna assolutamente conoscere per pianificare il proprio viaggio scegliendo alcune delle mete più spettacolari, luoghi imperdibili da attraversare camminando.

 

I 5 migliori itinerari di trekking in Patagonia argentina. Foto di Art of Travel

 

I 5 itinerari di trekking più belli della Patagonia argentina, da nord a sud, sono:

 

A questi va aggiunto un trekking combinato Argentina-Cile attraverso Torres del Paine, uno dei parchi nazionali più belli del mondo.

 

Trekking combinato Argentina Cile a Torres del Paine. Visitare il Parco Nazionale camminando attraverso bellissimi percorsi e sentieri
Foto di Eurotur (Turavion)

 

 

Trekking lungo la Huella Andina: Lanín + Nahuel Huapi

 

La Huella Andina è un percorso che si estende per oltre 500 chilometri collegando il lago Aluminé con il lago Baguilt. Un tragitto con un livello medio-basso di difficoltà per il trekking, adatto anche alle famiglie, che attraversa le province di Neuquén, Rio Negro e Chubut.

 

In questa parte della patagonia argentina si trovano almeno due itinerari imperdibili.

 

Parco Nazionale Lanin (San Martín de los Andes, Junín de los Andes)

Lanin si trova nella provincia di Neuquen e fu istituito per proteggere il bosco andino patagonico e la sua incredibile ricchezza vegetale. Lungo la cordigliera, oltre ai due bellissimi paesini andini di San Martin e Junin, si possono visitare due vulcani (Lanin e Domuyo), laghi incantevoli come Huechulafquen e Lacar, fare escursioni alla scoperta di fiumi, cascate, ghiacciai e geyser, costeggiare profondi dirupi e burroni mozzafiato.

 

Parco Nazionale Nahuel Huapi (San Carlos de Bariloche, Villa Traful, Villa La Angostura)

La riserva più antica d’Argentina offre una varietà di ambienti che va dalla foresta, alla steppa, alla cordigliera alto-andina. Una sequela di paesaggi incantevoli da godersi camminando, ma anche in mountainbike, a cavallo o facendo rafting.

 

Rafting sul Rio Manso a Bariloche nel parco nazionale Nahuel Huapi
Foto di Eurotur (Turaccion)

 

Gli appassionati di trekking avranno di che raccontare percorrendo il circuito dei sette laghi intorno a Bariloche. Tra le tante escursioni da fare:

  • i circuiti di trekking della parte nord: Cerro Falkner, Cabaña Piuquen, laghi Espejo e Correntoso, cascate Dora e Santa Ana, Brazo Ultima Esperanza, Filo Falso Belvedere, il tragitto Traful-Angostura, la foresta di Arrayanes, i miradores di Quetrihué, Cerro Colorado;
  • il trekking sul Cerro Llao Llao per godere di impressionanti viste panoramiche;
  • i circuiti di trekking più a sud: le camminate intorno al lago Gutierrez, il Cerro Catedral, il rifugio Frey (Villa Catedral), il rifugio Italia (Laguna Negra), Laguna Llum, Laguna Azul (Calvú), rifugio Otto Meiling, Glaciar Castaño Overa, Paso de las Nubes, Cerro Volcánico, il trekking da Pampa Linda alla Colonia Svizzera, fondata a inizio Novecento da coloni svizzeri e oggi caratteristico borgo dove attardarsi per gustarsi dell’ottima birra.

 

Tour di trekking nel bosco di Arrayanes a Bariloche
Foto di Eurotur (Turisur)

 

 

Parco Nazionale Los Glaciares: El Chalten + El Calafate

 

Il Parco Nazionale dei Ghiacciai ne ospita più di 40, tra cui i famosi Perito Moreno (El Calafate), Upsala, Viedma e Spegazzini, 2 laghi glaciali (Viedma e Argentino) e il terzo campo di ghiaccio più esteso del pianeta.

 

I tour da non perdersi facendo hiking e trekking sono:

  • cerro Fitz Roy
  • laguna De Los Tres
  • circuito di Cerro Torre
  • Loma del Pliegue Tumbado
  • laguna Capri
  • lago Desierto
  • cascate del Chorrillo

 

Visitare il Parco Nazionale Los Glaciares e il capoluogo El Chalten. Foto della strada con le montagne sullo sfondo
Foto di Eurotur (Visit Argentina)

 

El Chalten (Fitz Roy)

Nota proprio per i suoi favolosi itinerari di trekking, questa cittadina sorge all’interno del Parco Nazionale Los Glaciares (nominato Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'Unesco) e costituisce un’ottima base di partenza per escursioni attraverso la secolare foresta rossa e dorata nei pressi di Fitz Roy, tra montagne innevate e preziose lagune.

 

Cerro Fitz Roy presso El Chalten nel parco nazionale los glaciares è uno degli itinerari di trekking più belli e apprezzati dai turisti
Foto di Eurotur (Walk Patagonia)

 

Fitz Roy è un monte molto popolare in Argentina, una massa di granito che raggiunge i 3000 metri d’altezza al confine con il Cile a ovest della famosa Ruta 40. Il trek verso la vetta del Fitz Roy è uno dei più spettacolari sentieri della Patagonia argentina, lungo circa 25 km, di difficoltà medio-alta se percorso interamente, regala viste impressionanti a ogni passo.

 

Praticare kayak a El Chalten nel parco nazionale Los Glaciares durante viaggio nella Patagonia argentina
Foto di Eurotur (Walk Patagonia)

 

El Calafate (Perito Moreno)

Nei pressi di El Calafate si trova il ghiacciaio più famoso della Patagonia, il Perito Moreno, visitabile facendo ice-trekking con dei ramponi sul ghiaccio.

 

Visitare il ghiacciaio Perito Moreno con un tour di trekking nella Patagonia argentina
Foto di Eurotur (Inprotur)

 

Camminare per questi luoghi significa fare reale esperienza della maestosità della natura, per esempio vedendo pareti di ghiaccio alte sessanta metri gettare enormi lastre ghiacciate nelle acque del lago sottostante. Un panorama che, navigando sul Canal de los Tempanos, si può ammirare anche da un'altra prospettiva.

 

Tour di trekking Big Ice al ghiacciaio Perito Moreno
Foto di Eurotur (Hielo & Aventura)

 

Dei mini-trekking di 2 ore permettono di raggiungere aree dove il ghiaccio assume forme irregolari e dà vita a insenature, avvallamenti e piccole lagune in un ambiente che sembra di un altro pianeta. Il Big-Ice trek tour, invece, dura 6/7 ore tra cave ghiacciate, piccole cascate formate dal ghiaccio in scioglimento e un intrigante giro in barca sul Lago Argentino.

 

Percorso di trekking a Cañadon de los Fosiles El Calafate
Foto di Eurotur (Gustavo Cherro)

 

Un’escursione al Perito Moreno, per conoscere il gigante congelato, resta negli occhi per sempre.

 

Trekking nel Parco Nazionale Terra del Fuoco: Ushuaia

 

Fu il navigatore portoghese Ferdinando Magellano a coniare il nome Terra del Fuoco, vedendo al suo arrivo numerosi fuochi accesi dalla popolazione locale: i Yamana.

 

Camminare per il bosco patagonico nella Terra del Fuoco visitando il sud della Patagonia argentina
Foto di Eurotur (Inprotur)

 

Situata nell’estremità meridionale del continente americano, composta dall’Isola Grande e da una pletora di isole minori, la Terra del Fuoco offre panorami ed esperienze davvero memorabili a tutti i viaggiatori che osano spingersi nell’estremo sud e, in alcuni casi, viaggiare fino in Antartide.

 

Ushuaia (Laguna Esmeralda)

La cittadina di Ushuaia è il capoluogo della provincia, punto di partenza per gran parte delle crociere che, attraverso il canale di Beagle, portano in Antartide; un viaggio che tra iceberg, balene e pinguini può essere senza dubbio considerato uno dei più affascinanti al mondo.

 

Escursioni e camminate a Ushuaia e nella Terra del Fuoco nel sud della Patagonia argentina
Foto di Eurotur (Inprotur)

 

L’area in cui sorge Ushuaia è un'oasi naturalistica che ospita splendidi boschi di faggi australi e valli glaciali senza tempo.

 

I dintorni di Ushuaia offrono vari percorsi di trekking, ma la camminata da non perdere è quella che conduce alla Laguna Esmeralda, uno specchio d’acqua color turchese come premio finale di una esaltante camminata attraverso verdissimi boschi e rosse torbiere.

 

Trekking alla Laguna Esmeralda e tour nei dintorni di Ushuaia
Foto di Eurotur (Nunatak)

 

Durante il tragitto si attraversa la riserva naturale della Tierra Mayor, una valle di origine glaciale. A rendere ancora più affascinante il cammino, una miriade di sorprendenti opere d’ingegneria animale: le dighe dei castori.

 

Chi rimane stregato da questo territorio troverà certamente altri bellissimi percorsi di trekking, di quelli che fanno la felicità degli appassionati di fotografia paesaggistica.

 

Inoltre, i tour di trekking si possono combinare con altre piacevoli attività: navigazione del Canale di Beagle, uscite in canoa, passeggiate a cavallo. Si può persino camminare tra pinguini magellanici e Papua sull'Isola Martillo.

 

Trekking in Argentina e Cile: Torres del Paine

 

Il Parco Nazionale di Torres del Paine è uno di quei luoghi da vedere almeno una volta nella vita. Arrivando da El Calafate, nella Patagonia argentina, è possibile percorrere un circuito davvero spettacolare (altrettanto si potrebbe fare visitando Torres del Paine dalla Patagonia cilena).

 

Visitare il Parco Nazionale Torres del Paine arrivando da El Calafate in Argentina per un trekking combinato in Cile
Foto di Eurotur (Turavion)

 

Attraversando il valico di frontiera di Cancha Carrera si raggiunge il parco in un’ora dove potrai già intravedere i tre maestosi monoliti di granito che gli danno il nome. Da lì, è possibile puntare su Laguna de los Cisnes e il Mirador Superior del lago Nordenskjold: posti magici per godere di panorami mozzafiato.

 

Più a sud si può visitare il lago Pehoé, che alle imponenti Torri del Paine oppone placide acque cristalline. E lì vicino il Lago Grey, un altro luogo di incredibile bellezza da dove ammirare il ghiacciaio omonimo.

 

Visitare il Lago Pehoe a Torres del Paine in Cile con escursione lungo sentieri meravigliosi
Foto di Eurotur (Turavion)

 

Proseguendo il cammino si incontrano i favolosi punti panoramici di Salto Grande e Los Cuernos, la Valle del Frances, i monti Paine Grande e Almirante Nieto, e un concerto di laghi, ghiacciai e lagune circondate da cromatismi che ipnotizzano la vista e deliziano i cuori.

 

Una densità di meraviglie naturali che vale, da sola, l’avventura di venire quaggiù e combinare Patagonia argentina e cilena.

 

Un consiglio? Dormire all'interno del Parco Nazionale Torres del Paine offre innumerevoli plus, alcuni dei quali sono:

  • escursioni “dedicate” organizzate solo per gli ospiti della struttura;
  • nessun affollamento in tour di gruppi numerosi;
  • dormire in location stupende e godersi appieno l'atmosfera incantata del parco.

 

La differenza di costo è alta, ma ne vale sicuramente la pena!

 

Uno dei trekking più belli della Patagonia argentina è quello di Loma del Pliegue Tumbado a El Chalten Fitz Roy
Foto di Eurotur (Expediciones)

 

UN VIAGGIO ALL’INSEGNA DEL TREKKING NELLA PATAGONIA ARGENTINA SIGNIFICA...

 

Ritrovarsi in un mondo da fiaba, meravigliarsi a ripetizione, camminare e non stancarsi, condividere la gioia di esistere comunicandola con gli occhi, con gli sguardi e gli abbracci, con le parole.

 

Significa, semplicemente, fare un viaggio dall’altra parte del mondo e tornare a casa più felici.

 

Un viaggio che va programmato per tempo e meticolosamente, per non perdersi i luoghi e i sentieri più suggestivi, godendosi il proprio tempo senza altre preoccupazioni.

 

29.09.2020

 

• Disegnamo insieme il tuo prossimo cammino nella Patagonia argentina?